sabato 3 gennaio 2015

http://www.incomingarezzo.com/it/content/hotel-gruppi-arezzo







Hotel Aretino *** +39 0575.294003 - 27 camere doppie, sala colazioni, ascensore, 3 piani, pieno centro, davanti Stazione Arezzo.
Hotel Portici**** +39 0575.299901 - Suites de Luxe con vasca idromassaggio per 2 persone, colazione personalizzata, residenza d'epoca.

Le nostre strutture sono consigliate sopratutto ai gruppi adulti che visitano la Toscana, data la centralità di Arezzo e la vicinanza alla stazione.

Vi aspettiamo!

Hotel Toscana, Hotel Arezzo, Hotel Arezzo Centro, Hotel Arezzo Vicino Stazione, hotel stazione arezzo, hotel wifi free, Hotel gruppi 2015 Arezzo.

venerdì 26 dicembre 2014

Benigni. Primo comandamento: visita Arezzo


Roberto Benigni, toscanaccio doc, lo sa meglio di tutti. Con il suo capolavoro “La vita è bella” ha fatto di questa città il simbolo della rinascita e del riscatto.
Prima di questa seconda popolarità, Arezzo poteva essere considerata come una seconda scelta rispetto alle più note Firenze, Siena e Pisa. Ma in verità non ha proprio niente da invidiare alle sue sorelle di regione, anzi, qui possiamo ritrovare, quell’atmosfera “slow” che contraddistingue e che ha fatto la fortuna, anche dal punto di vista turistico, delle colline toscane.
Tra le più ricche della regione si erge fiera su un colle all’incrocio con quattro valli. Situata lungo la Via Cassia ha sempre avuto un ruolo importante e di rilievo nella storia toscana.
Cosa vedere ad Arezzo? C”è l’imbarazzo della scelta e un giorno, forse, non basterà. Molti i monumenti, le chiese e i musei. Oltre alla piacevolezza dell’accoglienza e alla gastronomia doc.
Giorgio Vasari e Piero Della Francesca sono da sempre i testimonial storici di Arezzo. Le loro opere caratterizzano dal punto di vista artistico e architettonico cosa vedere ad Arezzo.
Tra le maggiori attrazioni cittadine: gli affreschi della Basilica di San Francesco in cui si trova la famosa Cappella Bacci che conserva il meraviglioso ciclo di affreschi della Leggenda della Vera Croce, capolavoro della pittura rinascimentale.
Il Duomo intitolato a San Donato. Sorto su un’antica chiesa paleocristiana, la cattedrale è famosa per le bellissime vetrate eseguite nel ‘500 dal maestro francese Guillaume de Marcillat. All’interno si trovano anche una piccolo affresco di Piero della Francesca raffigurante Maddalena e alcune terraccotte di Andrea della Robbia.
La Casa Museo di Vasari, da lui costruita nel 1540 e di cui si occupò direttamente con decorazioni, collezionando quadri, sculture e altre opere andate in gran parte disperse.
Ma la protagonista assoluta di Arezzo è la Piazza Grande o Piazza Vasari, uno dei più armonici complessi architettonici d’Italia e del mondo.

Costruita in ripida salita, sulla sua insolita forma a trapezio si affacciano chiese, edifici storici, loggiati e antiche botteghe. Sulla sinistra la Pieve di Santa Maria, caratterizzata da una interessante facciata romanica con colonnato e il quattrocentesco Palazzo della Fraternita del Laici con l’orologio astronomico ancora funzionante, da non perdere per chi è appassionato di numeri e numerologia. Su questo stesso lato c’è anche la splendida fontana pubblica. Nel lato alto della Piazza si erge la sagoma del Palazzo delle Logge costruito su progetto del Vasari. A destra, il Palazzo Lappoli con il ballatoio in legno e il Palazzo Casatorre dei Cofani con la caratteristica torre.

Piazza Grande è anche scenario della mensile Fiera dell’Antiquariato, ogni primo sabato e  domenica del mese che chiama migilaia di curiosi ed esperti, e della tradizionale Giostra del Saracino. Il penultimo sabato del mese di giugno (Giostra di San Donato) in notturna e la prima domenica del mese di settembre (Giostra di settembre) di giorno, Piazza Grande si veste di costumi medievali. La giostra rievoca il periodo in cui ci si allenava contro l’eventuale invasione dei “Mori” ma è poi diventata nei secoli una semplice celebrazione di bravura.

sabato 28 settembre 2013

VISITA LA TOSCANA IN TRENO - PRENOTA AD AREZZO

Il nostro Hotel è a pochi passi dalla stazione ferroviaria e dalla stazione degli autobus di Arezzo, nel bel mezzo del centro storico di Arezzo.
Arezzo è ben posizionata, proprio nel centro della penisola italiana, e questo implica la possibilità di raggiungere in breve tempo luoghi di notevole importanza, bei paesaggi, città e borghi pieni di capolavori artistici e religiosi.

Da Arezzo è possibile raggiungere tantissimi meravigliosi luoghi d'interesse con comode escursioni giornaliere in treno o in autobus:

Arezzo / Cortona: treni disponibili ogni 30 min, bus disponibili per il centro di Cortona in un'ora.
Arezzo / Pienza-Montepulciano: treni ogni 35 min. + 5min di autobus, raggiungibile in un'ora.
Arezzo / Firenze: treni ogni 30 min.
Arezzo / Perugia: treni ogni ora.
Arezzo / Siena: facilmente raggiungibile in autobus in un'ora e 20 minuti.
Arezzo / Pisa: treni ogni ora per il centro di Pisa. In un'ora e 30 minuti si arriva a Pisa Centrale.
                      L'aeroporto di Pisa è raggiungibile da Pisa Centrale in 5 minuti, con treni ogni mezz'ora.

Prenotate all'Hotel Portici e sarà facile e comodo visitare la nostra meravigliosa Toscana!

domenica 22 settembre 2013

Le ricette del nostro buffet: biscotti veloci

Ingredienti

500 gr. di farina (aggiungere all'impasto MAI tutta insieme)
200 gr. di olio di semi
200 gr. di zucchero
Un pizzico di sale
1 bustina di lievito per dolci
100 gr. di uvetta
100 gr. di noci
50 gr. di gocce di cioccolato
200 ml bicchiere di vino bianco

Lavorare l'impasto, formare delle palline e schiacciarle leggermente una volta disposte su una teglia con carta da forno.
Infornare per 20 minuti con forno ventilato sopra e sotto. Temperatura 180°.

Buon appetito!



mercoledì 10 ottobre 2012

L'interno del Duomo di Arezzo - Particolari



L'altare di S. Donato, composto dall'arca in cui sono contenute le reliquie dei santi aretini, ricavata dall'altare duecentesco, e dall'enorme dossale eretto dopo il 1364 al disopra di essa. Alcune figurette poggiano su basi mobili che sembrano essere appartenute a pilastrini poligonali. Stilisticamente alcuni caratteri delle statuette e dei rilievi sono fiorentini della metà del secolo, mentre altri, quelli pertinenti alle Storie di S. Donato, potrebbero avere origine aretina.





E dal 22 aprile 2012 è stato inaugurato il nuovo presbiterio del Duomo di San Donato, frutto di un accorto studio teso a recuperare l’originaria concezione dell’edificio gotico, anche attraverso i tre arredi fondamentali della liturgia: l’altare, l’ambone e la cattedra episcopale.


Le tre opere sono state realizzate da Giuliano Vangi, artista fiorentino di fama mondiale, noto ai più per i suoi interventi nelle cattedrali di Pisa e Padova e per essere stato il primo artista occidentale ad avere un museo permanente dedicato in Giappone. Dal 2002, infatti, la città di Mishima ha inaugurato una struttura espositiva di 30mila metri quadrati che ospita una serie di installazioni dello scultore mugellese.


L’inserimento di opere contemporanee nel duomo aretino ha creato un acceso dibattito in città tra favorevoli e scettici. Tuttavia quello di Vangi è un intervento che rimarrà nella storia, aggiungendosi idealmente a tutti quei riordinamenti che nell’arco di oltre sette secoli hanno definito la cattedrale aretina come la vediamo oggi.


La liberazione della tribuna absidale dal coro ligneo cinquecentesco, realizzato su disegno di Giorgio Vasari (che troverà una nuova collocazione dopo il risanamento), e l’ampliamento del presbiterio sopraelevato contribuiscono a dare una migliore visione prospettica dell’Arca di San Donato restaurata. La nuova pavimentazione è in lastre di marmo bianco di Carrara, impreziosita da sottili fasce di pietra gialla di Gerusalemme; quella ai lati della zona presbiteriale è invece in quadri di marmo bianco e bardiglio, in continuità con l’impiantito ottocentesco del resto del duomo.


L’altare, in posizione baricentrica, è formato da una scultura in bronzo-nichel argentato con finiture in oro, raffigurante un sinuoso angelo che regge la mensa di marmo bianco. La cattedra marmorea, in asse con l’arca, presenta preziosi motivi e bassorilievi con episodi della Vita di San Donato. Il vuoto centrale, che evoca il sepolcro lasciato libero dal Cristo Risorto, è affiancato da un Angelo annunciante e dall’Albero della Vita. Su uno dei fianchi interni, invece, si scorge un bassorilievo raffigurante Gesù Morto.


(da Treccani, il portale del sapere http://www.treccani.it & Amaranto Magazine, http://www.amarantomagazine.it)

domenica 29 luglio 2012

www.polifonico.org


Hotel Portici**** vi invita a visitare Arezzo in occasione del 60° Concorso Polifonico Internazionale, dal 18 al 26 agosto 2012!

60° CONCORSO POLIFONICO INTERNAZIONALE 
GUIDO D'AREZZO
60th International Polyphonic Competition
20-26 agosto 2012

29° CONCORSO POLIFONICO NAZIONALE 
GUIDO D'AREZZO
29th National Polyphonic Competition (for Italian choirs only)
22 agosto 2012

39° CONCORSO INTERNAZIONALE DI COMPOSIZIONE 
GUIDO D'AREZZO
39th International Composition Contest
Prenota presso la nostra struttura Hotel Portici**** 0575/299901 www.hotelporticiarezzo.it hotelarezzo@gmail.com
Un'occasione unica per scoprire il patrimonio artistico del Capoluogo Toscano e per approfittare di questo imperdibile evento!
La nostra struttura mette a vostra disposizione camere con box doccia idromassaggio o Suite dotate di Jacuzzi, confortevoli e arredate con gusto. Inoltre vi riserveremo un goloso risveglio, in quanto gusterete una ricchissima colazione a buffet inclusa nelle nostre tariffe.
Vi aspettiamo nel nostro Hotel,nel centro storico e a 2 passi dalla stazione, dove qualità, comodità e cortesia non mancheranno!

sabato 26 maggio 2012



media:  (10.00)value:  (10.00)
staff:  (10.00)service:  (10.00)
clean:  (10.00)comfort:  (10.00)
Ubicazione:  (10.00)  
+ Simpatia e pulizia